minister’s black veil

di raffaello sanzio

giulio cesare |
Romeo Castellucci propone il tema della novella di Nathaniel Hawthorne, in una vera chiesa con l’interpretazione straordinaria di Willem Dafoe nella veste del pastore che sceglie de celare il proprio volto con un velo nero per tutta la sua futura vita.

Il racconto di Hawthorne si spinge fino al limite dell’abisso oltre il quale non c’è più nulla da dire, da vedere: solo lo schianto dodecafonico di un buco nero, in cui la materia si curva sotto il proprio peso e nega se stessa.
Nella nuova scrittura drammaturgica di Claudia Castellucci il pubblico assiste in chiesa a una messa, dove il pastore ci chiede di guardare più in là e di vedere oltre quello che svelano i nostri occhi.

Se si potesse riassumere questo spettacolo in una frase si potrebbe dire che qui viene mostrata non la storia di un uomo, bensì quella di un pezzo di vetro oscuro, usato come specchio per riflettere e filtrare l’immagine dell’immagine.

 Il velo nero
tutte le date: